Aggiungi Timbro/logo/immagine

Questo strumento è utilizzato per inserire testo, immagini e forme geometriche nelle pagine PDF.
E' l'ideale per imprimere il logo dell'azienda o informazioni come "Copia", "Confidenziale", "Copia" nei nostri PDF.
La finestra consente la creazione passo a passo del timbro finale che può essere composto da molti oggetti di base come: testo, immagini, forme geometrihe o anche il contenuto di altre pagine provenienti da altri files PDF.

Composizione del timbro

Il tab Timbri è utilizzato per comporre il modello di timbro mediante la combinazione di diversi oggetti.
Il timbro finale, quello che sarà impresso nelle pagine dei files PDF, può essere composto da un oggetto semplice, come del testo, come pure da più oggetti sia dello stesso tipo sia di tipo differente.
E' possibile salvare il timbro che potrà essere così utilizzato per successive operazioni di impressione e, qualora si stampi usando l'Interfaccia da linea di comando, il timbro deve essere un modello precedentemente salvato.

I timbri disponibili possono essere:

La composizione del timbro viene effettuata aggiungendo e posizionando gli oggetti con l'aiuto di una facile e pratica interfaccia WYSIWYG (What You See Is What You Get), rappresentata da una pagina in formato A4. I differenti tipi di oggetto hanno differenti proprietà che saranno definite attraverso i comandi del pannello visualizzando in tempo reale l'aspetto finale della timbratura sul documento. Dimensione, scala e colore sono alcuni esempi di queste proprietà. Nell'immagine precedente, sono visualizzate le proprietà dell'oggetto timbro testo.

Tutti gli oggetti timbro hanno alcune proprietà comuni, ma non condivise, tra tutti.
Queste sono:

Alcune proprietÓ come scala e dimensioni, quando impostate con valore 0, si comportano in maniera particolare.
Questi specifici settaggi istruiscono lo strumento a considerare questi valori come larghezza/altezza pagina, o scalano il timbro nella totalitÓ della pagina.

Il comando Tipo di visualizzazione viene utilizzato quando sono presenti più timbri. Gli oggetti in sovraesposizione nascondono quelli in sottoesposizione. L'ordine può essere cambiato variando la posizione dell'oggetto nell'elenco dei timbri inseriti.

Imposta margini

Lo strumento Imposta margini, disponibile tramite il pulsante contrassegnato con , è utilizzato per aggiungere margini al documento timbrato.
Consente quindi l'aggiunta di spazi vuoti dove il timbro può essere posizionato, qualora fosse necessario creare questo spazio.
I margini coinvolgono solo i contenuti della pagina ma non interferiscono con la posizione del timbro.

Set margins dialog

Esistono due possibilitÓ per aggiungere margini alla pagina del documento. O scalando i contenuti della pagina, o cambiando le dimensioni della pagina stessa.

La prima opzione aggiungerà i margini specificati scalando i contenuti già presenti nella pagina da timbrare.
Questa modalità mantiene la dimesione standard della pagina ma può distorcerne i contenuti, qualora i margini vengano impostati non uguali tra loro.

La seconda opzione e più sicura, consentendo un ridimensionamento della pagina e, conseguentemente, la non distorsione dei contenuti.

Aiuti visuali vengono mostrati nell'interfaccia WYSIWYG per facilitare il posizionamento degli oggetti timbro.

Testo dinamico

Quando un timbro di tipo testo viene configurato come testo dinamico, inserendo il segno di spunta nel check box Dinamico , lo strumento interpreta le costanti, racchiuse tra le parentesi e visualizzabili nella figura successiva, come riferimenti a testo dinamico di output.

Queste costanti saranno inserite al momento dell'operazione di timbratura.

Solo queste costanti racchiuse tra le parentesi sono interpretate come testo dinamico ma la composizione di un timbro di tipo testuale può includere anche testo statico come, per esempio: Stampato [D] il [T] da [U]

La costante [X#] è uno strumento, di tipo dinamico, molto potente.Questo oggetto può fornire testo da una richiesta ad una applicazione esterna.
Configurato nella schermata Configura testo dinamico, visualizzata nell'immagine successiva, il valore # deve essere sostituito dall'indice dell'applicazione esterna per la chiamata ( [X1], [X2], ecc.).

Questo oggetto può richiamare l'applicazione configurata esterna fornendo, come parametri, il nome del file, data di stampa, numero di pagina, del documento che viene timbrato. Queste informazioni possono essere utilizzate dall'applicazione esterna per interrogare database, o altre operazioni simili, prima di generare il testo per il timbro.

Le costanti [C#] sono molto importanti quandto lo strumento è invocato da linea di comando. Questa costante è sostituita dall'elemento di testo corrispondente passato dal parametro "DynCustomText" ma per ulteriori infomazioni rimandiamo a quato riportato in seguito.

Il pulsante "Configura" apre il pannello Pannello di Configurazione del Testo Dinamico.

Dynamic text settings screenshot

Questa interfaccia viene utilizzata per configurare i parametri dei diversi timbri di tipo testo.
Può essere utilizzata per definire i formati Ora e Data, nonchè le proprietà della numerazione bates ed i parametri per i collegamenti con le applicazioni esterne.

Questi settaggi sono salvati con il modello di timbro.
Altri modelli salvati possono avere differenti settaggi.

Editor Azioni OnClick

L'editor è usato per creare, modificare o rimuovere azioni da eseguire per eventi del mouse sull'oggetto timbro, azioni come ad esempio l'apertura di una pagina Web o l'esecuzione di uno script in Javascript.

Le modalità di interazione possibili sono due: Collegamento e Pulsante tramite cui è possibile definire come debbano essere intercettati gli eventi del mouse. Il tipo Collegamento risponde agli eventi di click del mouse ed è preferibile nei casi in cui si voglia inserire un collegamento ipertestuale, ad una pagina Web per esempio, mentre il Pulsante garantisce una maggiore versatilità d'uso a fronte di un piu' nutrito set di opzioni da configurare.

Un oggetto timbro può avere piu' azioni associate dello stesso tipo o di tipo differenente.

Per aggiungere una nuova azione è necessario selezionare il tipo di interazione e, nel caso dio Pulsante, specificare su quale evento avviarla, quindi premere sul pulsante "Aggiungi ..." per confermarla. La finestra a destra del pulsante "Aggiungi ..." raccoglie le azioni salvate e quelle utilizzate piu' di recente, azioni che possono essere richiamate rapidamente o modificate se necessario.

Dopo aver configurato le impostazioni dell'azione utilizzando l'editor, l'azione viene aggiunta alla lista degli eventi disponibili. Le azioni, per ciascun evento, possono essere successivamente modificate, se necessario, ma soprattutto variate per l'ordine di esecuzione utilizzando la barra degli strumenti nell'immagine a seguire:

Il tipo di azione "Avvia JavaScript" è potente e flessibile ma per essere sfruttata a dovere necessita di conoscenze specifiche per il codice Javascript nei PDF per questo motivo rimandiamo alla consultazione di questa pagina, esaustiva per informazioni ed esempi sull'API Acrobat Javascript. E' opportuno sottolineare che non tutti i lettori PDF potrebbero essere in grado di interpretare il codice Javasacript inserito.

Documenti - Pagine da contrassegnare

Il tab Documenti da contrassegnare è utilizzato per scegliere i files che dovranno essere inviati all'operazione di timbratura, definire quali pagine debbano essere timbrate e specificare le modalità di timbratura e di salvataggio dei files.

Stamp/Watermark stamp rules dialog screenshot

Per default, tutte le pagine dei documenti sono selezionate per la timbratura, ma la colonna Pagine da timbrare può essere editata per definire quali pagine timbrare, usando i seguenti ruoli come negli esempi dell'immagine sottostante:

Stamp/Watermark page include rules hint help screenshot

Il pulsante di Anteprima utilizza il file selezionato dall'elenco per visualizzare, prima della timbratura, l'aspetto finale del documento e del timbro stesso. Accertati che l'item interessato sia selezionato prima di premere il tasto di Anteprima.

Il modello di timbro è definito per una pagina in formato A4, quella che sarà rappresentata nell'output WYSIWYG.
Le opzioni Modalità timbro definiscono come dovrà essere l'aspetto nella pagina con differenti dimensioni. Adatta finestra, scalerà il timbro, in alto o in basso, per mantenere la proporzionalità rispetto al modello di timbro prescelto. Se viene spuntata anche la casella dell'opzione Mantieni proporzioni, verrà mantenuta solo la proporzionalità dell'asse X sacrificando l'asse Y, ma mantenendo l'aspetto proporzionato del timbro prescelto.
Le operazioni sulla proporzionalità possono essere utilizzate se l'opzione Adatta a finestra non è selezionata.

Il selettore per le Modalità di salvataggio definisce come salvare il file timbrato finale: o sovrascrivendo l'originale, o creando il file timbrato e contemporaneamente un file di backup dell'originale o, infine, salvando l'item in un'altra cartella.

Queste impostazioni assumono sempre gli ultimi valori configurati o i valori predefiniti ma possono essere sovrascritti dai valori presenti nel modello del timbro, utilizzando la finestra di dialogo Opzioni extra, accessibile cliccando sul pulsante Opzioni durante il salvataggio del timbro, .

 

Per accedere alle Opzioni extra...

 

Interfaccia da linea di comando:

Nome funzione: Stamp
Opzioni: [] - le due parentesi quadre definiscono il parametro come opzionale.
[StampRules=] - Espressione che specifica la pagina da contrassegnare. Per la sintassi, visualizza l'immagine precedente.
[Template=] - Percorso completo verso un file corrispondente al modelllo di contrassegno. Il modello deve essere previamente creato e salvato.
[OutputPath=] - Percorso completo per creare i file di testo. Se non specificato, viene utilizzata la cartella di origine del file.
[-CreateBackup] - Se specificato, crea un file di backup.
[DynCustomText=] - Per fare riferimento ad un modello di timbro con testo dinamico referenziato dagli oggetti che puntano ad elementi di testo (costanti [C#] ) passati nel parametro a linea di comando. Il valore di questo parametro deve essere un elenco di elementi separati ds una virgola. Un "DynCustomText='Elemento 1','Elemento 2','Elemento 3'", dovrebbe essere, fornire costanti di testo dinamiche [C1], [C2] e [C3].
[-s] - Modalità silenziosa. Funziona senza visualizzare l'interfaccia (disponibile esclusivamente per le versioni licenziate).
FilesList - Elenco di files PDF da contrassegnare. Occorre separare i vari elementi con il carattere punto e virgola (;). Deve essere l'ultimo parametro da inserire.
 
Esempio:
"c:\Programmi\PDF–ShellTools\PDFShellTools.exe" Stamp OutputPath=c:\Timbrati stamprules=1 Template=c:\ModelliDiTimbri\MyLogo.stp C:\tmp\*.pdf

 

 

(c) 2006-2013 RTT